Abbattiamo le distanze, progetto post COVID 19

L’emergenza sanitaria ha portato ad importanti cambiamenti sociali che stanno ancora continuando: tra questi, il distanziamento sociale sta ripercuotendosi in modo profondo sulle persone con sindrome di Down che hanno subito, forse più di altre, un cambiamento radicale della loro vita, perché, in particolare ragazzi ed adulti, stavano impegnandosi da tempo insieme alla nostra Associazione in percorsi ed attività per favorire una vita inclusiva e partecipata in tutti i contesti della loro vita.

Anche se le nostre attività di contatto con famiglie e ragazzi non si sono mai interrotte, abbiamo però dovuto fermare le attività in presenza. Ora anche noi dobbiamo “ripartire” al più presto e dobbiamo farlo con un impegno ancora maggiore per favorire i percorsi di vita autonoma per i ragazzi ed adulti con sindrome di Down.

Stiamo programmando l’avvio delle attività con l’organizzazione di piccoli gruppi all’interno dell’appartamento che la nostra associazione utilizza in via Pietralata a Bologna da anni come “palestra per l’autonomia”. Il percorso di formazione verso l’autonomia sarà poi integrato anche con incontri on line: dobbiamo preparare già oggi i nostri ragazzi e ragazze a muoversi in una città che ha regole diverse dal passato e abbiamo necessità di tante ore e ed impegno da parte degli educatori che debbono preparare i ragazzi con trisomia 21 ad affrontare un contesto sociale fatto di distanze da tenere, di mascherine da indossare, di attenzioni da osservare negli ambienti più affollati.

Se vuoi aiutarci a costruire anche questo progetto,Grazie davvero e guarda QUI come fare