Parte in autunno al Sant’Orsola il progetto “Guarda come cresco”

Grazie al fondamentale impegno della “Fondazione Policlinico Sant’Orsola Onlus”, in autunno partirà il progetto “Guarda come cresco” indirizzato, almeno nella fase iniziale, a bambini e bambine da 0 a 6 anni con trisomia 21. Il progetto, nato grazie alla collaborazione con il comitato “Amici di Lejeune” (di cui fa parte anche il nostro presidente Pier Luigi Sforza) si basa su richieste raccolte da molti genitori di piccoli nelle attività di incontro avvenute negli ultimi tre anni presso il Day Hospital di neonatologia guidato, dal Prof. Guido Cocchi con l’assistenza della Dott.ssa Chiara Locatelli. Come molti di voi sanno, al Policlinico Sant’Orsola di Bologna, presso il Day Hospital di neonatologia del padiglione 13, è presente un ambulatorio dedicato ai bambini con trisomia 21 che, per le competenze e la dedizione dei medici che lo conducono, rappresenta un punto di riferimento per oltre 300 famiglie. Il progetto “Guarda come cresco” intende valorizzare questa eccellenza, proponendosi di fornire quei servizi abilitativi per la fascia 0-6 anni  e fondamentali per la loro crescita: logopedia, psicomotricità e psicologo. Il progetto “Guarda come cresco” è stato presentato alla città di Bologna nel corso della serata “Adesso TU” in Piazza Maggiore, giovedì 18 luglio grazie al supporto dell’imprenditore bolognese Francesco Bernardi (ideatore degli “Incontri Esistenziali”) che ha voluto accanto a sé la Fondazione Sant’Orsola per l’avvio della raccolta fondi necessaria alla realizzazione del progetto, progetto che vede CEPS Onlus e GRD Onlus come associazioni coinvolte. Da settembre saremo in grado di fornire i dettagli e le modalità di fruizione  dei servizi del progetto alle famiglie interessate.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.