Firmato il DPCM che proroga il lockdown fino al 3 maggio

E’ stato firmato venerdì 10 aprile dal Presidente Conte il nuovo DPCM che allunga le misure di contenimento dell’epidemia di COVID 19 fino al 3 maggio e allenta qualche maglia del lockdown consentendo la riapertura, a partire dal 14 aprile, di alcune attività non considerabili di prima necessità. Il premier Giuseppe Conte, parlando in conferenza stampa, ha fatto riferimento alla silvicoltura, sottolineando l’importanza dell’approvvigionamento di legna combustibile, attività che non può fermarsi oltre, e anche cartolerie e librerie e negozi di abbigliamento per bambini.

Il Dpcm introduce poi una serie di misure per ridurre le possibilità di contagio durante la spesa. Dai guanti monouso al gel per disinfettare le mani disponibili accanto alle casse, anche vicino ai sistemi di pagamento, fino alle mascherine per i lavoratori. E orari più lunghi per evitare code (e quindi rischio assembramenti). Tra le indicazioni anche pulizie almeno due volte al giorno. E poi ingresso uno alla volta nei piccoli negozi e dove possibile, percorsi diversi per entrate e uscite.

Sono comunque sempre impedite le attività sociali e di gruppo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.